article review

Energia rinnovabile dallo spazio

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L'Energia dallo spazio è ad un passo dalla realtà. sole_vamp

Lo stato della California ha dato il via libera per un accordo con la Pacific Gas and Electric Company per comperare 200Mw di potenza inviati dai satelliti solari di potenza a partire dal 2016.

La società chiamata Solaren sta progettando i satelliti che utilizzeranno onde radio per inviare sulla terra l'energia ricavata dalle celle solari presenti su satelliti inviati in orbita geostazionaria.

L'energia prodotta dalle celle presenti sui satelliti sarà inviata dallo spazio con un fascio di onde radio verso centrali di smistamento presenti a terra. Il vantaggio di questo sistema è quello di poter accedere ad un'energia infinita e costante (giorno e notte) che arriva dallo spazio a costo zero.
Questo è un enorme vantaggio rispetto alle stazioni di generazione per l'energia solare presenti sulla terra, queste stazioni infatti producono energia solo nelle ore diurne e quando il cielo è sereno.

solaren2


I costi per la produzione di questi satelliti sono elevati ma a lungo andare potranno inevitabilmente apportare energia a basso costo alla terra.
In questo modo si elimineranno definitivamente tutti gli svantaggi che la produzione di energia effettuata sulla terra ha partire dal riscaldamento terrestre e per finire all'inquinamento.
Purtroppo dobbiamo scontrarci con l'elevato costo al chilogrammo per l'invio nello spazio di materiale. Se dobbiamo immediatamente fare un confronto economico saremmo sicuramente svantaggiati economicamente, ma nel tempo i costi saranno destinati a diminuire e tutto ciò diventerà una quotidianità.

Il direttore di Solaren servizi energetici afferma che la società ha progettato i suoi satelliti, al fine di mantenere i costi di lancio il più bassi possibile, e cosci di tutto questo abbiamo sviluppato un design rivoluzionario.
E' stato infatti brevettato il sistema per ridurre drasticamente il peso di lancio del sistema, incluso l'utilizzo di specchi gonfiabili che concentrano la luce sulle celle solari.

Il sistema prevede un minor numero di celle ma in grado di raccogliere la stessa quantità di energia.