D-STAR RU22 - IR2UDS B - Monte Penice (PV)

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

dstar    IR2UDS B

RU22 - frequenza 431.375 + 1,600 Mhz
 
Monte Penice (PV) - 1430 m - JN44PS

Carissimi amici radioamatori, dopo diverso tempo di pensieri in merito alla possibilità di installare in quota presso la Postazione del Monte Penice un ripetitore Digitale con tecnologia D-Star, lo scorso week-end le idee  si sono concretizzate!

Molti utilizzatori del ponte RU22 - IR2UDS analogico, si troveranno un po spaesati vedendosi mancare quello che ormai era diventato il loro punto di riferimento dei QSO quotidiani, ma fin dal primo momento dell'attivazione dei due ripetitori RU19 ed RU22 al Monte Penice si era proprio pensato di avere una alternativa per una eventuale futura sperimentazione.

Alla fine tra mille indecisioni, echolink da una parte e digitale dall'altra ho optato per la seconda scelta, motivato dalla voglia di sperimentare qualche cosa di nuovo, ma soprattutto di voler dare un servizio agli appassionati di questa tecnologia...
  
Per la modifica in digitale è stato utilizzato uno dei tanti ripetitori di scorta della postazione, apparecchiature sempre pronte in caso di necessità per eventuali guasti e precisamente un Motorola MC Compact.
 
La scheda by Satoshi Yasuda 7M3TJZ/AD6GZ è arrivata dal Giappone nel suo bellissimo sacchettino di plastica avvolta nella carta stagnola...
 
 
DSTAR_01_1280x768  
è stata ammirata...
 
DSTAR_-_03_1280x768 
assemblata...
 
DSTAR_-_04_1280x768 
e quindi connessa con uno dei ripetitori della scorta...

Motorola_scorta_1280x768 

 
 DSTAR_02_1280x768

Voglio subito specificare che in questa prima fase il ripetitore non sarà connesso alla rete, lavorerà quindi in modalità "stand-alone", tutto ciò è necessario per verificarne l'affidabilità. Infatti il ripetitore di tipo "Home Made" dovrà essere completamente provato anche per capire il suo comportamento in quota.

Dalle prime prove si riscontrano dei problemi sui segnali deboli, che pur aprendo il TX lasciano il PTT del repeater su ON. Inoltre pare che alcuni secondi dall'inizio del transito vengano tagliati. Tutto ciò comunque, è risolvibile, infatti credo che sia questione di impostare correttamente alcuni parametri del software, con un po di pazienza e collaborazione da parte di tutti sono convinto che le problematiche si risolveranno presto.

Il passo successivo ai TEST di affidabilità, sarà quello di connettere il ripetitore alla rete. Tutto è già pronto in quanto in postazione è già presente una linea dati ad alta velocità testata da oltre un anno in qualsiasi condizione atmosferica, dove peraltro transitano già tutti i dati inerenti la stazione meteo e la videosorveglianza.

Un grosso ringraziamento va fatto a tutti quei radioamatori ed amici che mi hanno aiutato e devo dire anche convinto ad intraprendere questa avventura che è solo all'inizio. Con l'aiuto della Sezione CISAR Milano mi sono giunte le schede per la realizzazione del ripetitore, oltre a utili consigli per le prime impostazioni, mentre con altri OM ho fatto le prime prove in Locale.

L'area di copertura dovrebbe essere invariata in quanto il sistema radiante è il medesimo.

rdcvrg

Per adesso grazie a tutti e buona sperimentazione su IR2UDS facile da ricordare come UHF D STAR

Marco - IW2MIL